Buongiorno, sono Danilo, sono in astinenza da 6 anni e 5 mesi e ho lasciato il mio gruppo GAT 7 dal luglio 2013. Desidero condividere con Voi questa semplice ma piacevole escursione in bicicletta.

Località di partenza: stazione di Porta Genova a Milano. Prendendo a destra, si segue il Naviglio passando dinanzi alla chiesa di S. Cristoforo ed ai Canottieri Milano, raggiungendo ben presto Corsico, Trezzano sul Naviglio, giungendo infine a Gaggiano dopo circa 14 Km.

Superato il ponte che incontriamo all'ingresso di Gaggiano e superato il semaforo, proseguiamo sulla sinistra lungo il corso del Naviglio e, dopo circa 7 Km di meravigliosa campagna, raggiungiamo Abbiategrasso.

Si può quindi girare a sinistra dirigendoci all'Abbazia di Morimondo che dista circa 6 Km. oppure girare verso dx in direzione Castelletto. Io preferisco andare verso destra in quanto, dopo circa 2 Km. di strada normale, si ritrova la ciclabile che porta a Cassinetta di Lugagnano (dove c'è un famoso ristorante) attraversando paesaggi sempre più incantevoli con antiche ville e natura incontaminata, raggiungendo infine la centrale idroelettrica di Turbigo (che dista dalla partenza 45 Km.).

Alcune note: la passeggiata si svolge prevalentemente su strade per pedoni e biciclette, si può fare con bici normali, mountain bike e bici da corsa. Se portate i figli fate attenzione perchè le sponde spesso sono senza protezioni.

La parte più bella della passeggiata parte da Abbiategrasso, pertanto vi consiglio di portare sino a lì le bici in macchina. I più volenterosi ed intraprendenti possono raggiungere Sesto Calende dove un treno regionale li riporterà a Milano.

La passione per la bicicletta mi ha preso da circa 2 anni ed assomiglia in parte al nostro percorso di cura in quanto ho dovuto dedicarci tempo, passione fatica(!!!) e perseveranza per raggiungere quell'autonomia che mi consente ora di apprezzare quello che la vista, il cuore e la mente mi mostrano.

A volte mi capita di salire in bicicletta frustrato e magari di cattivo umore, ma dopo pochi chilometri magicamente tutto passa ed al ritorno sono più sereno. In quei momenti di solitudine penso a tante cose, anche alla nostra malattia e ne esco con un pensiero positive: mi dico che “se anche tutto dovesse andare male bè oggi non ho bevuto quindi per me è comunque una giornata positiva".

 

Danilo