La dipendenza è un fenomeno che non si manifesta all’improvviso. Solitamente si sviluppa in modo graduale e subdolo in un periodo di tempo più o meno lungo (di solito anni). Questa gradualità fa sì che per molto tempo il problema resti coperto e venga sottovalutato. Quando infine viene alla luce, emergono con evidenza tutte le conseguenze che devastano la vita di una persona e dei suoi familiari (danni fisici, psichici, sociali, affettivi e relazionali). E’ una malattia che non risparmia nessuno e può colpire qualunque persona, di ogni età, sesso e ceto sociale.

Danni fisici

  • Apparato digerente
    • Esofagite, Gastrite, Ulcere gastriche e duodenali, Steatosi epatica, Epatite alcolica (acuta e cronica),Cirrosi epatica, Pancreatite (acuta e cronica), Tumori.
  • Apparato cardiovascolare
    • Ischemie, Cardiomiopatia alcolica, Disturbi del ritmo cardiaco, Anemia, Trombopenia (diminuzione del numero di piastrine e rischio di emorragie).
  • Apparato oftalmico
    • Diminuzione progressiva della vista, Neuropatia ottica retrobulbare (danni al nervo ottico con gravi compromissioni della vista).
  • Sistema Nervoso (centrale e periferico)
    • Polinevriti (dolori, crampi, disturbi della sensibilità con bruciori e formicolii soprattutto alle braccia e alle gambe),  Sudorazioni e incubi notturni, Perdite di conoscenza, crisi epilettiche, Disturbi della memoria, Tremori, Atrofie cerebrali e cerebellari, Encefalopatie.
  • Apparato endocrinologico e dermatologico
    • Nell’uomo: Calo della libido, Impotenza
    • Nella donna: Amenorrea (perdita del ciclo mestruale), virilizzazione, calo del desiderio sessuale
    • In entrambi: gonfiore e aumento di peso o, al contrario, grave dimagrimento
    • Disturbi della cute e delle mucose (pelle secca, desquamata, invecchiata), Couperose (venuzze antiestetiche sul naso e sulle guance), Capelli secchi e più esposti alla caduta.
  • Danni da traumi
    • Incidenti stradali ripetuti (anche non gravi), incidenti sul lavoro o fra le mura domestiche, Traumi cranici, fratture, Ferite (da cadute, risse, autolesionismo, percosse, violenze familiari).
  • Danni psichici
    • Irritabilità, impulsività, Tentativi di suicidio, Politossicomania (dipendenza anche da altre droghe o comportamenti: eroina, cocaina, cannabis, amfetamine, gioco d’azzardo patologico, shopping compulsivo, ecc.), Episodi deliranti acuti e cronici, Comportamenti violenti o, al contrario, isolamento, Gelosia patologica, Disturbi di ansia, Depressione, Psicosi (deliri e allucinazioni), Stati confusionali, Disturbi della personalità, Disturbi del sonno, Disturbi della memoria, Disturbi comportamentali e relazionali.
  • Danni a livello familiare, professionale e sociale
    • Divorzi e separazioni, Alterazione dei rapporti coniugali, Perdita della patria potestà, Violenza sui minori, Abusi sessuali, Incesti, Difficoltà professionali (ritardi, assenteismo, infortuni sul lavoro, perdita del lavoro), Frequenti incidenti stradali, ritiro della patente, Problemi legali, Debiti, Perdita della credibilità sociale, Emarginazione.
Hieronymus Bosch - The Garden of Earthly Delights