Novità

Alcolismo e problemi alcolcorrelati

Disturbi del comportamento alimentare

Gioco d'azzardo patologico

Altre dipendenze

Aggiornamento sito


Alcolismo e problemi alcolcorrelati


Congressi, convegni, seminari e riunioni

Milano, mercoledì 15 Dicembre 2004 - Monotematica SIA 2004 "La Comorbilità in Alcologia" a cura della Società Italiana di Alcologia.
Programma e Scheda di iscrizione
Organizzata dal Gruppo di lavoro SIA “Alcol, psichiatria e psicologia clinica” e dalla Sezione Regionale Lombarda della SIA, si svolge presso la Fondazione "Le Stelline" (Sala Congressi, Corso Magenta 61) logo della SIA Società Italiana di Alcologiala Monotematica 2004 "La Comorbilità in Alcologia": si affronta uno tra i temi psichiatrico-sociali più delicati in merito agli interventi clinico-riabilitativi attuati ed auspicati su una fascia d'utenza da tempo in sofferenza, a causa di carenze strutturali e, spesso, di incertezze metodologiche che tendono a privilegiare ora uno - la malattia o il disagio psichico - ora l'altro - l'abuso alcolico - degli aspetti di approccio al problema.
Assai qualificato il livello dei relatori, tra i quali si annoverano i migliori specialisti nazionali nel settore alcologico e/o psichiatrico (cfr. Programma). Accanto al Dr. Michele G. Sforza, presidente del Ce.S.Te.P., presenziano il Presidente della SIA, Dr. Valentino Patussi, e il Coordinatore della Sezione Lombardia della SIA, Dr.ssa Caterina A. Viganò

Firenze, ottobre 2004 - luglio 2005 - Master Universitario di Primo Livello in Problemi e Patologie Alcol Correlati.   3ª edizione - Anno Accademico 2004-2005.
Terza edizione del Master Universitario, di primo livello (aperto cioé anche ai laureati dei corsi di laurea triennali), finalizzato alla formazione di esperti in Problemi e Patologie Alcol Correlati. Le domande di ammissione devono pervenire entro il mese di settembre 2004.
Si legga il bando universitario ufficiale.
Per informazioni:
- Prof. Valentino Patussi: coordinatore didattico del Master (e-mail: v.patussi@dfc.unifi.it, cell. 349 2229732 / 349 4597915).
- Dr. Jannis Anifantakis: tutor d'aula (e-mail: ianifan@libero.it, cell. 349 2946207).

Firenze, 29-30 ottobre 2004: Convegno Nazionale "I Problemi e le Patologie Alcol Correlate nei luoghi di lavoro".
La Legge 30 marzo 2001 n. 125, “Legge quadro in materia di alcol e di problemi alcol correlati” prevede all’articolo 15 “il divieto di consumo e di somministrazione di bevande alcoliche nelle attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro”. La legge pone nuove responsabilità e indica specifiche competenze ai datori di lavoro, alle organizzazione sindacali, ai servizi sanitari, in relazione alla tutela della salute del lavoratore in riferimento al consumo di bevande alcoliche. Il convegno ha la finalità di fare il punto sull’applicazione della legge a tre anni dalla sua entrata in vigore e di individuare nuove prospettive per la sua completa implementazione. Il Convegno è realizzato all’interno del progetto nazionale Alcol e Lavoro, promosso dal Ministero della Salute a cui partecipano oltre alla Regione Toscana, che ne è capofila, altre 10 regioni: Valle D’Aosta, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Abruzzo, Marche, Calabria, Sicilia, Provincia Autonoma di Bolzano e che coinvolge oltre ai servizi pubblici per le dipendenze e la prevenzione sui luoghi di lavoro, le organizzazioni sindacali, i datori di lavoro, numerose aziende sull’intero territorio Nazionale (n.d.w.: dalla presentazione del Convegno).
Programma, Modulo di iscrizione, Form del Convegno.

Verona, 15-17 ottobre 2004 - 13° Congresso Nazionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento e i 25 anni di Club in Italia.
Verona ospita il 13° Congresso Nazionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento. Il Congresso è stato organizzato in collaborazione tra il Comune di Verona, Assessorato alle Politiche Sociali e l’Associazione Regionale dei Club degli Alcolisti in Trattamento, ARCAT Veneto. Si svolge dal 15 al 17 ottobre presso il Palazzo della Gran Guardia.
Secondo il ministero della Sanità: “La riduzione dei danni sanitari e sociali causati dall’alcool è, attualmente, uno dei più importanti obiettivi di salute pubblica, perseguiti da gran parte degli Stati. In Italia, benché il consumo generale di bevande alcoliche sia diminuito, il fenomeno dell’alcolismo nei giovani, e più specificamente nella fascia d’età che va dai 12 ai 29 anni, è in netta crescita. Inoltre, per i giovani, l’alcol è la causa del 50% degli 8000 decessi (“attivi e passivi”) per incidenti stradali e della metà dei 170.000 ricoveri e delle 20.000 invalidità permanenti quale conseguenza evitabile di una guida in stato di ebbrezza. Il Ministero della Salute ha individuato, nel Piano Sanitario Nazionale 2003/2005, come prioritario il problema dell’abuso di alcol.”
I Club degli Alcolisti in Trattamento danno una risposta efficace ed economica alle persone e famiglie con problemi alcolcorrelati, sono presenti in Italia da 25 anni, sono 2300 sul territorio nazionale (530 in Veneto). Ogni club è frequentato in media da 8 famiglie.
Il Congresso ha un testimonial d’eccezione: DYLAN DOG, personaggio arcinoto che ha avuto problemi con l’alcol ed ora non beve più. Dylan, con l’Arena di Verona alle spalle, lancia un messaggio “Vola libero…anche dall’alcol”. Sono state stampate cartoline che si potranno avere direttamente nella sede Congressuale e sabato 16 vi si potrà apporre l’annullo filatelico sempre alla Gran Guardia.
Sarà presente anche la Prof.ssa Visnja Hudolin consorte e collaboratrice del Prof. Vladimir Hudolin fondatore dell’Approccio ecologico-sociale ai problemi alcolcorrelati e complessi.
Al congresso saranno presenti professionisti, volontari e famiglie dei Club provenienti da tutta Italia, in un’iniziativa unica nel suo genere perché coniuga il lavoro professionale con l’impegno di volontariato.
Il Congresso dei Club a Verona avrà respiro internazionale: i Club sono infatti diffusi in altre 34 nazioni: in Europa, nei Paesi dell’Est, nei Paesi Nordici, in America Latina e da poco, in Africa in India, in Nuova Zelanda. Sono attese delegazioni di famiglie e servitori-insegnanti dei Club stranieri,legati fortemente a quelli italiani per storia e per il quotidiano lavoro secondo l’approccio ecologico sociale del professor Hudolin.
Durante il Congresso sarà allestita una sezione poster illustrante le iniziative più significative in campo alcologico in atto nella provincia di Verona ad opera sia dei servizi pubblici sia delle Associazioni dei Club. (fonte: A. Sbarbada, Newsletter Alcolonline, 11/10/2004)

Torna all'inizio
 

Dall'Italia

Bologna, 14 ottobre 2004 - Rapporto 2003 su tossicodipendenza e alcolismo a Bologna.
Aumenta l'uso di cocaina, calano i poliassuntori e tra i tossicodipendenti diminuiscono i sieropositivi. L’Osservatorio epidemiologico metropolitano presenta oggi il Rapporto 2003 su tossicodipendenza e alcolismo a Bologna. (fonte: newsletter dell'Agenzia Redattore Sociale, 14/10/2004)

Ottobre 2004 - Profilo dei giovani soggetti ad abuso alcolico.
Maschio, fra i 20 e i 25 anni, in prevalenza del Nord-est, con tendenza ad abusare di alcol soprattutto lontano dai pasti: è l'identikit di chi eccede nel bere in Italia; il 7% dei ragazzi fra i 15 e i 24 anni ammette di ubriacarsi almeno 3 volte a settimana. I dati dell'Osservatorio permanente sui giovani e l'alcol. Tempesta: "I figli di alcolisti sono più soggetti all'abuso, ma in generale esiste una vulnerabilità anche in fase infantile". (fonte: newsletter dell'Agenzia Redattore Sociale, 04/10/2004)

Roma, 24 settembre 2004 - "In vino veritas": o, meglio, le verità sul vino. Reporter, RAI3 ore 21.
Trasmissione-denuncia a cura di Bernardo Iovene, quasi unica nel suo genere che si sia peritata di esplorare le verità nascoste sul vino italiano, "osando" fare comunicazione corretta a tutto campo, informando inoltre il pubblico riguardo ad un argomento mal gestito dai mass-media, qual è quello dei problemi e dei rischi alcol correlati per la salute dei consumatori e sfatando nel contempo il falso mito dei benefici che deriverebbero dall'assunzione del vino stesso.
Il video della puntata è fruibile sia sul sito di Rai Click (integralmente) che sul sito di Reporter, dove però l'audio del filmato (durata: 1h:22':40'') si interrompe dopo 1h:07':40''; è disponibile il trascritto.
N.B.:
per scaricare il filmato dal sito di Reporter cliccare con il tasto destro del mouse sull'icona video e selezionare "Salva oggetto col nome..." (in Windows; per Mac OS il procedimento è analogo). Quindi cliccare sull'oggetto salvato. Entrambi l filmati vengono riprodotti in Real Player, plug-in scaricabile gratuitamente dal sito Real Video (per Win, Mac o Linux).

Settembre 2004 - Riprende la campagna di prevenzione "Rientro sicuro".
Con il mese di settembre è ripresa la campagna di prevenzione "Rientro sicuro" per convincere i giovani a non mettersi al volante in stato di ebbrezza che limita i riflessi e la capacità di guidare in modo sicuro per se stessi e per gli altri. Al via dunque la seconda fase dell'operazione "Guido con Prudenza" portata avanti dalla Polizia stradale insieme alla Fondazione Ania, con la collaborazione anche dei locali da ballo. La campagna permetterà ai ragazzi che risulteranno negativi all'alcol test di avere un biglietto gratis per la discoteca. I controlli della Polizia stradale saranno intensificati anche per cercare di evitare che i giovani si mettano al volante dopo aver assunto droghe. La prevenzione sembra necessaria se si considera che, nonostante il fenomeno dei morti per droga sia in diminuzione, quest'estate nei soli tre mesi di giugno luglio e agosto ce ne sono stati più di 90. http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/rientro_sicuro/index.html (fonte: Notizie dal Governo by newsletter Palazzo Chigi di Buongiorno Vitaminic, 07/09/2004).
Torna all'inizio


Dal mondo

Gran Bretagna - In gravidanza, ogni quantitativo di alcol è pericoloso: non esistono soglie di sicurezza, il feto è sempre a rischio.
Non esistono quantitativi minimi di alcol che le donne in gravidanza possano assumere senza rischi per il nascituro: qualsiasi quantitativo, anche piccolo, reca danni al feto. E' la conclusione emersa - secondo quanto riferisce la Bbc nel sito on line - nel corso di una conferenza internazionale sull'alcol in gravidanza che si svolge nel Regno Unito.
In particolare il dottor Raja Mukherjee della St. George Medical School, nella sua relazione ha messo in luce come almeno un bambino su cento in età fetale riporti gravi danni a livello neurologico anche da assunzioni minime di alcol in gravidanza.
Secondo il clinico, la cifra è inferiore alla realtà, perché molte delle malformazioni riscontrate non vengono fatte risalire all'assunzione di alcol da parte della madre.
Per questo, i medici hanno suggerito di abolire anche le soglie minime di tolleranza attualmente adottate, suggerendo la rinuncia anche al "mezzo bicchiere di vino a pasto" durante il periodo della gravidanza (copyright ©2004 APCOM, fonte: A. Sbarbada, Newsletter dal Forum di Alcolonline, 13/09/2004).

Gran Bretagna - Genetica e malattie epatiche alcolcorrelate.
La ricerca mostra che fattori genetici possono determinare quali siano le persone a maggior rischio di malattie epatiche quando determinati geni innescano una forte reazione immunitaria in risposta all’alcol che danneggia il fegato. (fonte: About Recovery Newsletter, Genetics and Alcohol Liver Disease, 07/09/2004)

Stati Uniti - Narconon bandita dalle scuole di San Francisco.
Dopo che un ispezione scolastica ne aveva rilevato l'inaccuratezza scientifica nei suoi insegnamenti. il Programma di Prevenzione ed Educazione sulla Droga di Narconon, collegato alla Chiesa di Scientology, è stato bandito dalle classi di San Francisco, quarto distretto ad adottare il provvedimento, seguendo quanto già disposto a Los Angeles (fonte: About Recovery Newsletter, Narconon Banned From San Francisco Schools, 02/09/2004).

Idoli sportivi - Dichiarazioni pubbliche del sette volte campione del mondo Michael Shumacher:
Spa (Belgio) , 29 agosto 2004 -“Come farò festa? Feucht und froehlich...”. "Umido e felice": un modo tedesco per dire “bevo e mi scateno”.
L’obiettivo, molto semplice: “A Kerpen sono già tutti ubriachi? Bene, spero di raggiungere presto il loro tasso alcolico”.
Ciascuno festeggi come gli pare, ma è curioso come Maradona che, di nascosto, consumava droghe illegali (messe tutte insieme fanno 400 morti/anno in Italia) creasse scandalo, perché "un idolo sportivo è modello di riferimento per tanti giovani".
Shumacher, vestito da pacchetto di sigarette (80.000 morti/anno da fumo) dichiara pubblicamente la sua intenzione di ubriacarsi (40.000 morti/anno da alcol, prima causa di mortalità giovanile) e non viene messo in discussione da nessuno (fonte: A. Sbarbada, Newsletter dal Forum di Alcolonline, 30/08/2004).

Francia - Madri denunciano industriali e distributori di alcolici.
In Francia alcune madri di figli con malformazioni non genetiche, ma legate al loro consumo di alcol durante la gravidanza, denunciano gli industriali e i distributori di alcolici. E ottengono il sostegno dell’omologa d’oltralpe degli Alcolisti in Trattamento: "Si stigmatizza solo chi beve, ma i veri responsabili sono i produttori" (fonte: newsletter dell'Agenzia Redattore Sociale, 09/08/2004).

Stati Uniti, 29/07/2004 - La FDA approva l'Acamprosato per il trattamento dell'Alcolismo.
L'agenzia americana Food and Drug Administration (FDA) ha approvato in via definitiva l'acamprosato (Campral® - Lipha Pharmaceuticals Inc., Lione, Francia) come farmaco per il trattamento delle persone affette da alcoldipendenza, alla ricerca del mantenimento dello stato di astinenza, una volta smesso di bere. N.d.w.: in Europa il farmaco trova già applicazione da alcuni anni. (fonte: About Recovery Newsletter, FDA Approves Acamprosate for Treatment of Alcoholism, 03/08/2004).

Torna all'inizio


Disturbi del comportamento alimentare


Congressi, convegni, seminari e riunioni

Milano, 18 novembre 2004 - Inizio corsi del Master biennale sulla "Clinica delle Dipendenze" promosso da ABA e CAD. Programma del Master
Il corso ha durata biennale, per un totale di 300 ore teoriche e 200 di stage. E’ accreditato presso l’Ordine degli Psicologi della Lombardia, che lo riconosce come formazione specialistica per gli psicologi. Nasce dalla collaborazione dell’ABA - Associazione per lo studio e la ricerca sull'anoressia, la bulimia e i disordini alimentari - con il CAD - Centro Accoglienza e trattamento Dipendenze -, istituzione con esperienza trentennale nel campo delle dipendenze.
Il master approfondisce gli aspetti teorico-clinici delle psicopatologie da dipendenza, diffuse in modo epidemico nelle nostre società a sviluppo economico avanzato, e le loro modalità di trattamento.
Parte del corso teorico è accreditato secondo i parametri ECM del Ministero della Salute.

Milano, 16-17 ottobre 2004 - Congresso ABA 2004: "L'approccio psicoanalitico nella cura dell'anoressia e della bulimia". Programma ed iscrizioni
Presso il Palazzo delle Stelline - Corso Magenta, 61 - si tiene il 1° Congresso dell'ABA - Associazione per lo studio e la ricerca sull'anoressia, la bulimia e i disordini alimentari - (fondatrice: Fabiola De Clercq) sul tema dell'approccio psicoanalitico ai DCA. L’obiettivo del Congresso è quello di far emergere e sostenere il contributo fecondo che l’approccio psicoanalitico ha portato al trattamento dell’anoressia e bulimia, e di attivare un confronto tra i diversi orientamenti in questo campo della clinica contemporanea.
Prima sessione: Il trattamento individuale
Seconda sessione: Il piccolo gruppo monosintomatico a conduzione analitica
Terza sessione: Il lavoro con le famiglie
Quarta sessione: Il trattamento in istituzione: le esperienze delle struttura intermedie e residenziali.
Sono richiesti i crediti ECM

Torna all'inizio

Dall'Italia

10-11 ottobre 2004: Obesity Day.
Il 10 e l'11 ottobre c'è "Obesity Day", l'iniziativa di ADI, l'Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, sulla prevenzione e il controllo delle condizioni di sovrappeso. "Controlla il peso, controlla le etichette" è il tema di quest'anno: ne parliamo con Oliviero Sculati, responsabile dell'Unità di Nutrizione e dietetica dell'Asl di Brescia, per capire come sia possibile tenere d'occhio la bilancia leggendo le etichette dei prodotti alimentari (fonte: newsletter Radio 24 Il Sole 24 Ore , 06/10/2004).
È possibile ascoltare la registrazione della puntata di "Essere e benessere" del 7 ottobre 2004.

100 SerT per i DCA.
Circa 100 Servizi Tossicodipendenze in Italia (un quinto del totale) si occupano anche di disturbi del comportamento alimentare; ma solo 21 fanno trattamento e prevenzione. Lo rileva una ricerca condotta all'interno del programma Dipendenze patologiche dell’Ausl di Reggio Emilia (fonte: newsletter dell'Agenzia Redattore Sociale, 24/06/2004).
 

Torna all'inizio

Gioco d'azzardo patologico

Congressi, convegni, seminari e riunioni

Varese, marzo 2004 - febbraio 2005 - Ciclo di incontri di intervisione clinica sul gioco d'azzardo patologico.
Organizzato da AND - Azzardo e Nuove Dipendenze -, il ciclo si articola su 10 incontri formativi di 4 ore ciascuno dedicati ad operatori psico-socio-sanitari afferenti ad ASL, AO e Privato Sociale.
Per informazioni ulteriori, inviare una mail a azzardo.nuovedipendenze@virgilio.it, oppure telefonare al 338 1342318.
 

Dall'Italia

Umbria, 14 luglio 2004 - Attivato il Numero Verde per i giocatori d'azzardo patologici.
800 530323: da oggi i giocatori dipendenti in Umbria hanno a disposizione un numero verde per affrontare il problema con l'aiuto di operatori e psicologi (fonte: newsletter dell'Agenzia Redattore Sociale, 14/07/2004).

Torna all'inizio

Altre dipendenze


Abuso di sostanze

Giovani e "nuove droghe".
Né protesta, né emarginazione: semplice consumismo. I consumatori abituali di "nuove droghe" sono ragazzi ventenni che lavorano (35%) o studiano (52%) e che non si sentono affatto "emarginati". La sostanza più usata? Il Popper batte la cocaina e l'ecstasy. Cade anche il binomio con le discoteche. I luoghi più frequenti del consumo sono le case private o lo stadio. Le conclusioni di una ricerca sulla provincia di Bergamo confermano analoghe indagini in altre 4 province italiane. (fonte: newsletter dell'Agenzia Redattore Sociale, 18/10/2004)

Dipendenze "senza sostanze".
Fra le nuove povertà anche quelle dettate da "dipendenze senza sostanze", come gioco d’azzardo, shopping compulsivo, telefonini, internet. Analizza vecchi e nuovi fenomeni "Vuoti a perdere", il nuovo rapporto curato da Caritas e Fondazione Zancan. (fonte: newsletter dell'Agenzia Redattore Sociale, 15/10/2004)

Stati Uniti - Le ammissioni di adolescenti al trattamento sono aumentate nel 2002.
Negli USA il numero di ammissioni al trattamento per abuso di sostanze, relativo ad adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni, è ancora aumentato nel 2002, proseguendo nella tendenza degli ultimi 10 anni: durante tale periodo l’incremento è stato pari al 65%. (Newsletter About Recovery: Adolescent Treatment Increases, 07/09/2004)

Ansiolitici: cresce l'abuso.
Il numero di visite effettuate dai centri ospedalieri di Pronto Soccorso negli Stati Uniti per abuso di benzodiazepine ha superato nel 2002 la soglia di 100.000, con un incremento del 41% rispetto al 1995 (fonte: About Recovery Newsletter, Abuse of Anti-Anxiety Drugs Increases, 31/08/2004).

Vaccinazione anti droga, le perplessitą degli esperti.
Molta prudenza e tante perplessità. Gli esperti italiani accolgono con cautela e una dose di scetticismo la notizia che il governo britannico starebbe studiando un programma di vaccinazione dei bambini contro la futura dipendenza da droghe e fumo. Ed ancora maggiori dubbi suscita l'annuncio che un simile vaccino potrebbe essere disponibile sul mercato tra due anni.
Bisognerebbe capire su quali ricerche si basa tale programma ma, al momento - ha affermato il responsabile dell'Osservatorio fumo, alcol e droghe dell'Istituto superiore di sanità, Piergiorgio Zuccaro - esprimo cautela e perplessità”. Dall'esperto, dunque, un invito alla prudenza: “Un vaccino che vada bene contro tutti i tipi di droghe - ha sottolineato - è infatti qualcosa di estremamente difficile da ottenere”. E ancora: “Se davvero un simile vaccino dovesse essere disponibile sul mercato entro due anni - ha aggiunto - ciò significherebbe che tutti gli studi clinici sono già stati effettuati; tuttavia, non vi sono evidenze di ciò o pubblicazioni in merito”.
Della stessa opinione anche lo psichiatra esperto in farmaco-tossicodipendenze e responsabile dell'unità per i disturbi da uso di sostanze presso il policlinico Gemelli di Roma, Luigi Janiri. Prima di ipotizzare infatti campagne di vaccinazione su larga scala, ha rilevato, “bisognerebbe acquisire dati più certi sull'efficacia di questi vaccini, al momento soltanto allo studio”. Per il momento mancano evidenze in tal senso, anche se già da anni, ha spiegato lo psichiatra, è ad esempio allo studio un vaccino contro la cocaina.
Insomma, da “un punto di vista teorico - ha commentato - la possibilità di vaccinare gli individui contro le droghe pesanti rappresenta sicuramente una prospettiva interessante. Ma prima di poter arrivare alla vaccinazione vi sono molti altri passi da compiere, a partire dagli studi su larga scala per verificare l'efficacia clinica di simili vaccini”.
Inoltre, secondo Janiri, fondamentale sarebbe anche compiere uno studio sul target per la campagna di vaccinazione: “Sarebbero necessario coinvolgere solo i bambini a rischio ed in questo caso si porrebbe il problema di come individuarli”. In ogni caso, ha concluso l'esperto, l'arco di due anni per la messa a punto di un vaccino ad hoc contro droghe e fumo “rappresenta, a mio parere, un tempo assolutamente insufficiente” (fonte: B! N2P News 2 Professionals, Medicina Generale, item 2, 04/08/2004).

Tabagismo

Torna all'inizio

Aggiornamento sito

21/12/05Novità - Contatore-Analizzatore AWStats vers. 6.4 sul server del sito Visite dal 1°/12/05 al 19/12/05 = 5.199
- VISITE TOTALI dal 25/05/01 al 19/12/05 = 481.423
21/12/05Novità - Riprende l'attività del Forum, dopo un'interruzione di quasi un mese causata dall'aggiornamento dei sistemi operativi sui server di EuroFlash. Ci scusiamo dell'inconveniente non attribuibile alla nostra volontà
01/12/05Novità
- Contatore-Analizzatore Webalizer Versione 2.01 sul server del sito Visite dal 25/05/01 al 30/11/05 = 476224.
   In data 30/11/2005 termina l'utilizzo di Webalizer, sostituito nelle analisi statistiche da AWStats - Advanced Web Statistics 6.4
28/10/05 - Superata la soglia dei 450.000 visitatori
01/09/05 - Nel corso degli ultimi 12 mesi la media mensile dei visitatori è stata pari a 13825 visite/mese. con un incremento, rispetto all'ultima rilevazione di 10 mesi orsono (11304 visite/mese), del 22,3%.
17/08/05 - Superata la soglia dei 400.000 visitatori
21/05/05 - Posti in Archivio del Forum tutti i messaggi relativi all'anno 2004, suddivisi per semestre
03/05/05 - Superata la soglia dei 350.000 visitatori
21/12/04 - Superata la soglia dei 300.000 visitatori
01/11/04 - Nel corso degli ultimi 12 mesi abbiamo ricevuto una media di 11304 visite/mese, associate a 42416 pagine visualizzate/mese, con una media di 3,75 pagine/visita
18/10/04 - Nuova ristrutturazione delle pagine Novità e Archivio
02/09/04
- Ristrutturazione completa delle pagine Novità e Archivio, dove è stato introdotto l'indice per temi e parole-chiave
02/09/04 - Inserite in Home Page le News di Agosto 2004  
25/08/04 - Superata la soglia dei 260.000 visitatori

Ultimo aggiornamento: 21/12/2005

Ritorna ad inizio pagina

Se il vostro browser non visualizza i pulsanti di collegamento, selezionate le pagine dai link sottostanti

Home Page

Alcolismo

Disturbi alimentari

Gioco d'azzardo

Contatti

FAQ su alcolismo

Profili medici

Su di spirito

Centri d'aiuto

Link

Libri

Pubblicazioni

Novitą

Archivio

Aiutodipendenze

Testimonianze

Forum

Sommario

Per informazioni di carattere medico inviare l'e-mail a: staff.medico@cestep.it
Webmaster: webmaster.guido@cestep.it
Copyright © 2001-2008 Centro per lo Studio e la Terapia delle Psicopatologie