Gli alcolisti in sobrietà si raccontano: Sandra

Messaggio di commiato dal gruppo e dal terapeuta

8/5/02

Era il 1996 quando sono arrivata alle Betulle: timorosa, angosciata e confusa, poi con il procedere del lavoro terapeutico, sempre più coraggiosa e determinata.
Il Gruppo mi ha sostenuto e incoraggiato nel cammino verso la sobrietà.
Quando ero attiva non ero in grado di poter giudicare più di tanto, vivevo con una grande tristezza e malinconia, nonostante avessi avuto sempre tutto e di più. La sostanza é stata la stampella per poter affrontare la quotidianità della vita.
Conservare le lacrime, la vergogna e i sensi di colpa che ci ha procurato la malattia é faticoso, ma é importante lasciarsi alle spalle il dolore pur serbandone il ricordo.
La memoria ci aiuta a provare comprensione per chi sta combattendo oggi contro qualcosa che anche noi abbiamo dovuto affrontare.
Dopo questi anni di duro lavoro posso dire, anche se mi rendo conto di avere un carattere incostante, di essere in pace con me stessa ed essermi ripresa tutto quello che stavo perdendo.
La guarigione é la consapevolezza della malattia e l'imparare a convivere con la stessa.
Vorrei ringraziare il nostro terapeuta che ha saputo darmi la sicurezza e la forza per intraprendere questo lungo cammino.
Sandra


Ritorna ad inizio pagina

Se il vostro browser non visualizza i pulsanti di collegamento, selezionate le pagine dai link sottostanti

Home Page

Alcolismo

Disturbi alimentari

Gioco d'azzardo

Contatti

FAQ su alcolismo

Profili medici

Su di spirito

Centri d'aiuto

Link

Libri

Pubblicazioni

Novitą

Archivio

Aiutodipendenze

Testimonianze

Forum

Sommario

Per informazioni di carattere medico inviare l'e-mail a: staff.medico@cestep.it
Webmaster: webmaster.guido@cestep.it

Copyright © 2001-2008 Centro per lo Studio e la Terapia delle Psicopatologie