Depressione: La Diagnosi

Nella maggior parte dei casi per uno specialista esperto nella patologia giungere alla diagnosi di Depressione non è complicato ed è possibile arrivarci con il semplice colloquio clinico. E’ tuttavia una sconsolante evidenza che la Depressione risulti normalmente molto sottovalutata e mal riconosciuta dai medici non specializzati in tale diagnosi e nella medicina generale e di base.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) infatti la Depressione, colpendo il 4,3% della popolazione, è la principale causa di invalidità a livello globale; tuttavia solamente una ridotta percentuale delle persone che ne soffrono riceve una corretta diagnosi e una percentuale ancora inferiore una corretta terapia, che potrebbe risolvere completamente il quadro patologico.

Sempre l’OMS (2015) afferma infatti che nel mondo fino al 90% delle persone affette da Depressione non riceve un trattamento adeguato e il 50% non lo riceve affatto.

La Depressione è invece una patologia in drastico aumento, essendo aumentata la sua presenza del 18,4% in un solo decennio (2005-2015).

Per la diagnosi e la cura della Depressione perciò la cosa più utile è rivolgersi a medici psichiatri che si occupino in maniera specifica di tale disturbo. Questi saranno in grado di fare diagnosi con uno o più colloqui clinici con il paziente ed eventualmente con i suoi famigliari. Non esistono in questo ambito esami strumentali o test diagnostici che siano più validi ed efficaci rispetto alla sensibilità del medico esperto, anche se qualche esame di approfondimento potrà essere utile per escludere o confermare alcune concause mediche rilevanti (es. disfunzioni della tiroide, scarso contenuto di ferro nel sangue, altre patologie mediche che possono generare reazioni depressive)

Test di Autovalutazione

Esistono tuttavia dei test di autosomministrazione, reperibili sul web, che possono aiutare la singola persona ad orientarsi circa i propri sintomi e a decidere se è necessario rivolgersi ad uno psichiatra. Se ne propongono due a titolo di esempio e di auto-aiuto, il Quick Inventary for Depressive Simptomatology, QIDS-SR16 e la versione più completa, l’IDS-SR 30.

Una volta risposto a tutte le domande bisognerà sommare i punteggi correlati e confrontare il risultato con i seguenti parametri:

FAI IL TEST QIDS-16

QIDS-16:

0 – 5: Non Depressione
6 – 10: Lieve
11 – 15: Moderata
16 – 20: Severa
21 – 27: Molto Grave

FAI IL TEST IDS-30

IDS-30:

0 – 13: Non Depressione
14 – 25: Lieve
26 – 38: Moderata
39 – 48: Severa
49 – 84: Molto Grave

Riprendi il controllo
della tua vita

Inizia ora, possiamo aiutarti

CONTATTACI PER UN PRIMO APPUNTAMENTO